Albertini Serramenti ha organizzato una visita guidata per il Corso CQ in un cantiere sulle Torricelle

Ing. Giuseppe Benetollo
Via J. Bonfadio n.36
37131 Verona
393-9679172

Venerdi 11 Dicembre, grazie all’interessamento di Ance Verona, il cantiere di Viale Dei Colli n.28 ha aperto le porte agli studenti dell’ultimo corso CQ. Si tratta della demolizione e ricostruzione con ampliamento di un edificio residenziale di particolare pregio.

La visita in cantiere è stata promossa da Albertini Serramenti (partner CQ), rappresentata dall’Arch. Saul Muttinelli, per dare la possibilità di vedere e toccare con mano la delicata fase di montaggio dei contro-telai e tutte le importanti operazioni di sigillatura.
Erano presenti l’Arch. Roberto Rocchi in qualità di progettista e direttore lavori ed il Geom. Alberto Cengia, titolare dell’impresa esecutrice.

Vedutacontro-telaio e profili porta intonaco
foto1: Veduta
foto2: contro-telaio e profili porta intonaco








Durante la visita sono state illustrate le varie casistiche e le soluzioni adottate per riuscire a mantenere gli elevanti standards che l’intervento si è prefissato (edificio in classe A).
In particolare sono state illustrate le predisposizioni adottate nella “zona giorno” caratterizzata da una stratigrafia costituita da tramezza da 8cm, blocco poroton da 25cm ed un cappotto esterno in EPS di 12 cm. I serramenti impiegati sono costituiti da “Alzanti Scorrevoli” in legno con doppio vetro 4+4, camera da 12mm riempita di argon, distanziale warm edge e vetro interno 4+4 basso emissivo. E’ stato possibile osservare il “taglio termico” disposto sulle soglie (foto 2) che verranno completati poi da uno speciale profilo in vetroresina (foto 3) e dalla sigillatura con MS Polimero, ed i profili porta intonaco in PVC (foto 1) che oltre a garantire la corretta posa costituiscono anche un buon taglio termico. L’arch. Muttinelli ha poi portato l’attenzione sulla successiva nastratura interna che verrà realizzata barriera al vapore interno tipo Twin Aktiv, prodotto particolarmente idoneo per ristrutturazioni. E’ stato inoltre possibile osservare in dettaglio le guarnizioni espandibili fra serramento e contro-telaio distinguibili per il diverso colore in base alla loro funzione: traspirante quella più esterna e con caratteristiche di tenuta termo-acustica quella centrale.

Taglio termico sogliaSoglia in Vetroresina

Foto 2: Taglio termico soglia
Foto 3: Soglia in Vetroresina








La “zona notte” posta al piano semi-interrato ha richiesto l’impiego di soluzioni diverse in quanto la presenza del rivestimento esterno in pietra (foto 4) ha comportato l’adozione di un cappotto all’interno del pacchetto murario. La criticità era costituita da un possibile ponte termico fra il contro-telaio lato esterno ed il rivestimento in pietra. La soluzione adotta è stata quella di distanziare il contro-telaio e collegarlo alla saldamente alla muratura mediante turboviti di lunghezza adeguata per lasciare lo spazio per interporre un risvolto di isolante termico (foto 5).

Veduta semi-interratoDettaglio risvolto coibentazione
Foto 4: Veduta semi-interrato
Foto 5: Dettaglio risvolto coibentazione








La presenza del progettista e dell’impresario ha permesso ai presenti di rivolgere numerose domande in merito alle scelte adottate ed alla genesi del progetto.